AP Italian Teacher’s Conference: un’iniziativa di successo.

Lucia Dalla Monta' (10 Feb 2012)
Lo scorso sabato 4 febbraio 2012 si e’ svolto presso l’Hotel Sheraton di Wilmington, DE, la Conferenza del College Board rivolta agli insegnanti dei corsi AP di italiano avente per tema “Insegnare Lingua e cultura italiana a livello AP”.
Erano presenti numerosi insegnanti provenienti dalla Costa Est degli Stati Uniti, rappresentanti degli Enti Gestori, lettori di italiano presso le Università e i dirigenti scolastici assegnati agli Uffici Scuola dell’Ambasciata a Washington e dei Consolati Generali a Filadelfia e Chicago. Il ripristino dell’esame AP, a distanza di tre anni dall’ultimo esame, e’ avvenuto grazie ad uno straordinario impegno e alla determinazione delle istituzioni italiane (in particolare attraverso il diretto coinvolgimento dell’allora Ambasciatore Giulio Terzi), delle maggiori organizzazioni italo-americane, di alcune importanti imprese italiane assieme all’Associazione degli Insegnanti di italiano (AATI) e alle Università americane e italiane. La decisione del College Board di procedere, in occasione del ripristino, ad una revisione complessiva dell’esame proposto in precedenza, sembrava avere creato una certa preoccupazione tra gli insegnanti, aumentata dal fatto che a tutt’oggi non sono ancora disponibili libri di testo aggiornati secondo le nuove indicazioni. Tale preoccupazione era particolarmente emersa negli incontri APAC in S.Francisco nel luglio 2011, nei vari corsi di formazione AP organizzati a livello locale e all’annuale Conferenza ACTFL (American Council of the Teachers of Foreign Languages) 2011 tenutasi a Denver. Se si considera che la sospensione dell’esame per ben tre anni ha determinato un sensibile rallentamento nelle iscrizioni ai corsi di italiano, c’era da aspettarsi una notevole caduta dei corsi AP per questo primo esame. Secondo le stime del College Board, tale previsione e’ stata sostanzialmente smentita e tale risultato e’ da considerare un grande successo e una grande soddisfazione per tutti coloro che vi hanno lavorato, a cominciare dal College Board, con il suo pool di esperti, agli insegnanti, dagli Enti Gestori all’Osservatorio della lingua italiana fino all’Ambasciata con i Consolati Generali. Così ha sottolineato il dirigente scolastico Lucia Dalla Monta’, in forza presso l’Ambasciata, in apertura della Conference dopo aver portato i saluti del Ministro Maggipinto non presente per motivi di servizio. In chiusura del breve intervento, la prof.ssa Dalla Monta’ha anche ricordato l’impegno e la passione della compianta Cesarina Horing, da poco scomparsa , per la lingua italiana e per l’AP. Dopo un’introduzione ai lavori di Patricia Di Silvio, Paola Scazzoli ha messo in rilievo le caratteristiche del nuovo esame AP. Sono seguiti gli interventi di Teresa Picarazzi, Paola Morgavi, Beth Bartolini-Salimbeni e della stessa Paola Scazzoli finalizzati a proporre degli esempi di possibile approfondimento e sviluppo delle nuove aree tematiche attraverso suggerimenti didattici, esemplificazioni, materiali e indicazioni su risorse disponibili su internet. Patricia Di Silvio ha poi concluso la parte esplicativa delle caratteristiche dell’esame, delineando gli elementi fondamentali dell’esame. Quindi e’ stata la volta di Giuseppe Cavatorta che ha presentato i criteri e le modalità di valutazione delle performances degli studenti. A seguire un interessante e appassionato scambio di vedute che ha consentito di mettere inequivocabilmente a fuoco il fatto che il nuovo esame AP riserverà un peso maggiore alle capacità di comprensione, di mettere in relazione gli eventi, di formulare delle ipotesi anziché sugli aspetti strettamente grammaticali. Ciò significa che non si insegnerà più il congiuntivo? No di certo. Come e’ stato spiegato, l’uso del congiuntivo e’ piuttosto frequente nella lingua italiana e pertanto deve essere insegnato, anche se non sarà il solo elemento sul quale si baserà la valutazione. Marcia Arndt, direttrice del programma, ha infine sottolineato che i docenti che hanno ottenuto l’approvazione del syllabus per il corrente anno scolastico, non dovranno ripresentare un nuovo syllabus per il prossimo anno. In chiusura, la prof.ssa Dalla Monta’ ha ricordato agli insegnanti l’importanza di continuare a tenersi informati attraverso il sito www.usspeaksitalian.org informando che e’ ormai operativo il Comitato di Redazione. In particolare, ha evidenziato che il sito continuerà a pubblicare tutte le iniziative decise dall’Osservatorio a sostegno del programma AP e, in particolare, degli insegnanti, a partire dal bando, di prossima pubblicazione, per l’assegnazione di una decina di borse di studio per partecipare alle iniziative formative estive presso Middlebury, per gli insegnanti AP 2012. Analogamente, prossimamente verrà pubblicato un bando per gli studenti che permetterà ai sorteggiati, tra coloro che avranno ricevuto il punteggio di 4 o 5 nell’esame, di vincere un soggiorno di studio in Italia. Inoltre e’ intenzione dell’Osservatorio continuare a sostenere la partecipazione all’APAC del College Board, che quest’anno si terrà in Florida, e alla prossima edizione di ACTFL a Filadelfia. Grazie alle informazioni e ai materiali ricevuti, al termine dell’incontro vi era molta soddisfazione e maggiore serenità tra gli insegnanti, che non hanno mancato di sottolineare l’efficacia dell’attuale lavoro di squadra per il pieno successo del programma AP. Moltissimi dei presenti hanno tenuto a ringraziare l’Osservatorio per l’attenzione e il continuo sostegno all’attività’ dei docenti.