Lezione di gnocchi all'Ambasciata d'Italia

(17 Lug 2011)

Un gruppo di giovanissime girl scouts dello Stato della Virginia presenta una lezione sull’Italia all’Ufficio Scuola dell’Ambasciata.

Nel pomeriggio del giorno 10 maggio 2010, l’Ufficio Scuola dell’Ambasciata, con il supporto dell’Ufficio Stampa e la sponsorizzazione di Casa Italiana Language School e di Café Milano, ha accolto un gruppo di giovanissime girl scouts, proveniente dalla vicina McLean dello Stato della Virginia, per una lezione sull’Italia.

Ad accogliere le 11 bambine, dai 9 agli 11 anni, accompagnate da tre mamme, c’erano la Dirigente Scolastica Lucia Dalla Monta’ e la professoressa Antonella Longoni, incaricata dall’Ente Gestore Casa Italian Language School della conduzione della lezione.

Dopo un primo rapido contatto con gli ambienti dell’Ambasciata, le scouts sono state accompagnate in auditorium dove si e’ svolta la lezione preparata dall’insegnante Longoni, sulle fasi salienti della storia dell’Unita’ d’Italia. Particolare interesse ha suscitato l’impresa dei Mille, il multiculturalismo e il multilinguismo preunitario. Al termine di questa prima parte della lezione e’ stato consegnato a tutti i partecipanti un pin con il logo dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia. Successivamente l’insegnante ha mostrato le caratteristiche geofisiche e la suddivisione politica in regioni dell’Italia attuale.

A seguire, la professoressa Longoni ha proiettato un powerpoint con un quiz sul cibo e sulle abitudini alimentari degli italiani, che ha entusiasmato le giovani scouts, preparandole al momento cardine dell’incontro, ossia l’approccio attivo alla cucina italiana. Questa, in effetti, era la parte più attesa dell’incontro, in quanto le bambine erano state inviate, per aumentare il coinvolgimento proprio e delle famiglie, a portare una piccola quantità di farina che doveva servire per l’impasto degli gnocchi.

Finita, quindi, la parte conoscitiva, il gruppo si e’ spostato presso i locali del ristorante, dove Andrea Tripi e lo chef avevano allestito un “laboratorio di cucina”: un lungo tavolo sul quale erano disposti dei taglieri individuali, con la funzione di spianatoie, delle coppette per accogliere la farina, alcuni attrezzi da cucina ed una teglia con delle patate lessate. I timori iniziali di avvicinarsi al tavolo, si sono dileguati non appena lo chef ha cominciato a spiegare e a mostrare il procedimento per la preparazione degli gnocchi. Dopo qualche secondo, infatti, le bambine erano tutte pronte a tenere tra le mani l’impasto, a modellarlo a forma di serpente e a tagliarlo in tanti cubetti. Il tocco finale e’ stato la fase del modellamento degli gnocchi sui rebbi di una forchetta per la rigatura.

Alle operazioni si sono presto unite anche le mani delle mamme, entusiaste quanto le loro figlie. Al termine dell’incontro, alle novelle cuoche e’ stato consegnato un diplomino ed un foglio con l’indicazione dei possibili sughi per il condimento della pietanza, oltre, ovviamente, alla ricetta degli gnocchi.

Al termine, ogni bambina e’ uscita con un sacchettino contenente gli gnocchi che aveva preparato ed un vaso di ragù, offerto dallo chef, tra un coro di “grazie”, “grazie mille” e “arrivederci”.

Una lezione davvero memorabile per tutti.

 

Commenti

Ancora nessun commento.